Il trauma dei Pompon

Non so il perché ma ho sempre creduto che i pompon fossero difficili da realizzare.
La ragione risale probabilmente alla mia infanzia, quando provai a farne uno e non ci riuscì... sull'accaduto ho dei ricordi piuttosto confusi (ero molto piccola) ma so per certo che da quel giorno non ho più cercato di crearne uno.

Ora che ci penso, ho avuto un'esperienza non dissimile con gli scoobidoo (risoltasi poi in quarta elementare) ma quella è un'altra storia.



L'incapacità di fare pompon non è, di per sé, limitante nella vita di tutti i giorni. Tanto che, per anni, non ci ho più pensato... almeno fino a quando non ho scovato questo tutorial su pinterst.



Spinta da una rinnovata energia creativa, ho deciso di prendere in mano la situazione e superare questo mio trauma. Prima di riuscire a correre, però, bisogna imparare a camminare....
Cercando in rete ho trovato questo chiarissimo tutorial di Linda di Pane, Amore e Creatività su Come fare i pompon di lana:




ho seguito attentamente le istruzioni ed ecco il risultato:


Pon Pon Flowers 02





























Dopo aver aggiustato un po' il tiro sulle dimensioni e averci preso un po' la mano, mi sono lanciata in realizzazioni più complicate:


Pon Pon Flowers 03


Ormai posso dire di aver superato il mio trauma...ma cosa fare di tutti i pompon realizzati nel mentre?!

L'ispirazione mi è venuta andando in posta: con il maltempo dei giorni precedenti, sul marciapiede, erano caduti diversi rami e rametti, così ho deciso di raccoglierne alcuni.


Pon Pon Flowers 04


Li  ho poi tagliati a misura e, con una semplice goccia di colla a caldo, ho attaccato i Pompon a loro nuovi "steli".





Pon Pon Flowers 05


Dopo di che non mi è bastato metterli in una bottiglietta di vetro e voilà!! Belli vero?!


Pon Pon Flowers 06


La morale di questa storia è che, con la giusta motivazione e l'aiuto di un professionista (grazie ancora Linda ;D), possiamo superare anche i traumi più antichi: basta avere pazienza, lavorarci su, perseverare e non scoraggiarsi se non riusciamo al primo tentativo.




Pon Pon Flowers 07



Ci sono ancora delle questione irrisolte, però, che mi lasciano perplessa: come si chiamano esattamente?! Pompon, Pompom,  Ponpon?! E ancora, sono due parole o si scrive tutto attaccato?! Mah?!



E con questi sconcertanti interrogativi... vi saluto.


Anche per oggi è tutto.


Alla prossima

Etichette: , ,