Vendere on-line le proprie creazioni: tutto quello che vorreste/dovreste sapere per aprire un negozio su Etsy - Prima parte

Visto il grande interesse suscitato del mio post della settimana scorsa (40 inserzioni GRATIS - questo è il momento giusto per aprire un negozio su ETSY) ho deciso di stilare una sorta di vademecum, con le cose principali da sapere (con link utili correlati), per chi desidera cominciare vendere  le proprie creazioni on line.

Siccome l'argomento è lungo e molto articolato ho deciso di dividere il post in 2 parti:
la prima, oggi, dove proverò a rispondere alle cosiddette F.A.Q. (Frequently Asked Question - domande più frequenti) di chi decide di iniziare a vendere le proprie creazioni on-line. 
Nella seconda parte, invece, la settimana prossima, tratterò a grandi linee, cosa fare/considerare quando si apre uno shop on line (in generale) su Etsy (in particolare).


Partiamo con le domande che (quasi) tutti si fanno prima di aprire un negozietto online:








  • Per aprire un negozio on-line devo avere  la partita iva?!

Se le vendite avvengono in modo occasionale e non superano i 5000 € annui, non è necessario possedere una partita iva (Superato questo importo, non si è più considerati hobbisti e quindi sarà necessario ufficializzare la propria posizione come artigiano o commerciante).

Leggi anche:
http://www.alittlemag.it/2013/03/06/normative-relative-alla-vendita-di-oggetti-fatti-a-mano/
http://www.pianetadonna.it/blog/fai-da-te/vendita-delle-proprie-creazioni-partita-iva-e-leggi-che-non-ci-sono.html




  • Posso vendere le mie creazioni anche all'estero?!

, in generale, anche se ci sono alcune categorie merceologiche, la cui esportazione è vietata: trovate la lista completa QUI.




  • Quanto sono le spese di spedizione?! 

Dipende dalla dimensione dell'articolo e dal suo peso.
Per le piccole creazioni il metodo di spedizione più economico è la posta (prioritaria e raccomandata) che però non può superare determinate dimensioni, superate le quali, si dovrà inviare la merce con un pacco (ordinario, celere ecc.) o un corriere.
Le tariffe: http://www.poste.it/azienda/tariffario/

Ricordate che nelle spese di spedizione che voi indicherete andrà considerato anche il costo della busta, l'imballaggio e il packaging (la confezione).




  • Come funzionano le spedizioni all'estero?! 

Sul sito delle Poste potete trovare tutte le info sulle tariffe doganali e sulle dichiarazioni da allegare ai vostri pacchi diretti all'estero.




  • Quale mezzo di pagamento devo/posso utilizzare nel mio shop?!

Io consiglio di utilizzare (solo) paypal: per cui dovrete aprire un account, se non lo avete già. Utilizzando questa opzione è possibile ricevere anche pagamenti dalle principali carte di credito, senza che l'acquirente possieda un conto (paypal).
http://www.etsy.com/it/help/article/361

Ricordo inoltre che, mentre inviare soldi con paypal è gratuito, ricevere pagamenti ha un costo.
Le tariffe: https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/paypal-fees




  • Quanto si vende/guadagna con uno Shop on-line di questo tipo?!

Dipende tantissimo, da tantissimi fattori: la tipologia di prodotti che vendete, la loro qualità, la cosiddetta domanda e offerta, l'impegno che impiegate nella gestione e nella promozione del vostro shop,... a tutto questo poi va poi aggiunto quello che mi piace chiamare il coefficiente C (dove C sta per cu... fortuna).

In realtà, credo che le crafter Italiane che si possono mantenere facendo solo questo (se ci sono, io non ne conosco) siano veramente pochissime ma, comunque, è un'esperienza che, se fatta con costanza e pazienza, può  riservare delle belle soddisfazioni.




Al momento non mi vengono in mente altre domande.
Se ne avete alcune voi, lasciatele nei commenti e mi premurerò di aggiungerle all'elenco (con la relativa risposta :D!!).



La prossima settimana, nella seconda parte di questo post, esamineremo, a grandi linee, gli elementi su cui possiamo lavorare per migliorare il nostro shop, aumentarne la sua popolarità , la sua visibilità e (se siamo fortunati...ricordate il coefficiente C?!) anche le vendite :D!!


Se non possedete ancora uno shop su Etsy e volete partecipare alla promozione e ricevere 40 inserzioni gratis per cominciare la vostra avventura su etsy, basta seguire le istruzioni riportate in questo post.


Anche per oggi è tutto, spero di esservi stata utile :D!!


Alla prossima

34 commenti :

  1. Molto interessante! Grazie mille! Un bacio :)

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Grazie Giorgia!! In bocca al lupo per il nuovo shop :D!

      Elimina
  3. Vale, non ti dico che felicità trovare un post dove sono raggureppate tutte, ma proprio tutte le domande che finora mi avevano frenata dal buttarmi in quest'avventura. Grazie di cuore :D

    RispondiElimina
  4. Super utile direi :) Se ti va mandami il codice :) Abbiamo il negozietto su blooming ma potrei testare etsy ;)
    Ila (ilablob@gmail.com)

    RispondiElimina
  5. Non sapevo alcuni aspetti della vendita all'estero! Grazie del post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io, spedendo con prioritaria pure all'estero non devo compilare nessun modulo...ma meglio essere preparati "al peggio"!!

      Elimina
  6. Grazie Vale, tanti quesiti risolti finalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di avervi chiarito un po' di cose :D!!

      Elimina
  7. Grazie mille Vale. . .ottimi consigli e facili spiegazioni. . . .sembra tutto così semplice. . . .ma ho una domandina da farti. . .ho letto su Misshobby che su ogni vendita è prevista una percentuale per il sito. . .anche su Etsy è lo stesso?e una volta terminate le 40 inserzioni gratuite quanto costa ogni inserzione?. . .ops le domande erano due : )
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il link con le tariffe di etsy:
      http://www.etsy.com/help/article/136

      Elimina
  8. Ciao Vale grazie mille per le tue utili informazioni aspetterò con impazienza il prossimo resoconto.Buona giornata.A presto.

    RispondiElimina
  9. Consigli utili e interessanti, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di essere stata utile :D!!

      Elimina
  10. Grazie, spero un giorno di servirmi dei tuoi consigli!
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Grazie di questa utilissima rubrica!!

    RispondiElimina
  12. Lasciami capire: quindi tu non hai i pagamenti diretti attivati, solo paypal, giusto? E non accetti buoni regalo etsy, giusto? O quella è un'altra cosa? Mi viene da piangere...

    RispondiElimina
  13. Grazie! Non ho ancora un negozio online, nè un blog avviato da abbastanza tempo, nè le idee chiare, ma quest'articolo comincia a fare un po' di luce sui miei dubbi. Sarà il punto di partenza a cui far riferimento quando mi deciderò ad aprire un negozio anch'io!

    RispondiElimina
  14. Grazie, utilissimo post. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  15. Salve sono Ilaria e complimenti per ll’articolo, ma volevo segnalarvi (non essendo tra i siti sopracitati spero per una semplice dimenticanza) il portale Giancl Manufatti dove io stessa vendo le mie creazioni ed oltre a trovarmi benissimo con le moltissime funzionalità che offre, sono riuscita anche a vendere qualcosa tramite il sistema, completamente nuovo, di annunci che offre!
    un misto tra subito.it ed un marketplace ma che si indirizza solo ed esclusivamente al mondo dell’artigianato!
    Poi è una piattaforma molto social, vi è la possibilità di inviare richieste di amicizia, scambiare quattro chiachiere con la chat privata, blog, forum, ecc..
    Il portale è http://www.gianclmanufatti.com e se vi va visitate la mia vetrina :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, grazie per la segnalazione come avrai visto il taglio del post è piuttosto generale e cita solo Etsy, in quanto si ricollega ad un altro post dove ne parlo nello specifico. Tralasciando altri importanti market place come A Little Market, Dawanda e Miss Hobby, ecc..

      Elimina
    2. Ok grazie e scusami allora! :D

      Elimina
    3. No, grazie ancora per la puntualizzazione :D

      Elimina
  16. ciao Vale! volevo chiederti se chi crea e vende sporadicamente può mettere il link del proprio shop su Etsy ecc sul proprio sito vetrina? vedo che praticamente tutte lo fanno, grazie
    Luci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luci, sicuramente inserire il link del tuo shop etsy sul tuo sito è un modo per aumentare il traffico di visite.

      Elimina
    2. ciao! grazie per la risposta ^_^ quindi appoggiandomi ad una piattaforma esterna non incorro in problemi non avendo partita iva? cioè intendo dire che l'importante da quello che ho capito è non gestire da un sito proprio la vendita (i prezzi non li esporrei ma solo foto delle creazioni con descrizione) perchè in quel caso diventerei un vero e proprio ecommerce con tutti gli obblighi che ne conseguono
      alcune ho visto che mettono anche un link tipo"compralo su etsy" sotto ad ogni creazione, io metterei solo nel menu di scelta la dicitura "compra creazioni" o qualcosa di simile

      Elimina
    3. Esattamente, ad ogni modo, per quesiti più specifici, consiglio di consultare un commercialista che possa valutare la tua situazione nella sua totalità.

      Elimina
    4. ciao, certo quello sicuramente, grazie ancora, buona serata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...